Categorie Professionali

Per l’iscrizione a qualsiasi categoria professionale prevista dall’Associazione Professionale Le Diecimila Creature è necessario che il richiedente:

  • sia soggetto autonomo e maggiorenne;
  • sia in possesso di un diploma di scuola media superiore o equipollente;
  • abbia partecipato ad un corso di formazione teorica ed esperienziale in una scuola riconosciuta dall’Associazione Professionale Le Diecimila Creature o aventi criteri formativi in linea con il codice etico-deontologico e il criterio associativo;
  • sia in grado di dimostrare la preparazione e la comprensione dell’approccio transpersonale attraverso il superamento di un iter formativo che preveda sessioni di tutoraggio, esercitazioni settimanali, facilitazione e/o supervisione, partecipazione attiva alle proposte di gruppo, esperienze pratiche e/o esami e valutazioni quando previsto;
  • rispettino la competenza specifica delle altre categorie professionali.

Le scuole di formazione in facilitazione e counseling transpersonale riconosciute, garantiscono che la formazione impartita ai professionisti, oltre a rispettare gli standard metodologici previsti (trasparenza dei programmi, metodo formativo, piano didattico, qualità dell’insegnamento, ecc.) abbiano contenuti coerenti con i principi del Codice Etico e Deontologico dell’Associazione Professionale LDC.

Per l’iscrizione alla Categoria Professionale di Facilitatore dello Sviluppo Transpersonale I°, il richiedente deve dimostrare di aver concluso soddisfacentemente un percorso formativo da una scuola riconosciuta dall’Associazione Professionale LDC che preveda almeno 250 ore di formazione di cui almeno 120 ore teoriche e di ricerca in aula (modalità residenziale o FAD), almeno 110 ore di pratica professionale individuale e di gruppo, almeno 20 ore di sessioni individuali (tutoraggio e/o supervisione).

L’esercizio professionale di questa categoria è limitato alla divulgazione della visione transpersonale e all’applicazione di specifiche pratiche meditative in gruppo. Non è consentito il lavoro individuale tranne che per gli iscritti che possiedano competenze derivanti da formazioni di tipo ordinistica (ad es. lauree in psicologia e/o specializzazioni in psicoterapia) o che abbiano completato altri iter formativi teorico-esperienziali (ad es. discipline olistiche, percorsi di counseling, coaching).

Il Professionista deve inoltre rispettare gli obblighi di formazione permanente previsti dalla legge.

Per l’iscrizione alla Categoria Professionale di Facilitatore dello Sviluppo Transpersonale II°, il richiedente deve dimostrare di aver concluso soddisfacentemente un percorso formativo da una scuola riconosciuta dall’Associazione Professionale LDC che preveda almeno 500 ore di formazione di cui almeno 220 ore teoriche e di ricerca in aula (modalità residenziale o FAD), almeno 200 ore di pratica individuale e di gruppo, almeno 40 ore di sessioni individuali (tutoraggio, supervisione o percorso di crescita personale verificabile) e almeno 40 ore di studio individuale per attività di ricerca per la stesura di elaborati finali.

Nell’esercizio professionale di questa categoria è consentito il lavoro di gruppo e con singoli individui sotto supervisione di un counselor transpersonale professionista, per un numero minimo di 30 ore/anno. Il Professionista deve inoltre rispettare gli obblighi di formazione permanente previsti dalla legge.

Per l’iscrizione alla Categoria Professionale di Counselor Transpersonale, il richiedente deve dimostrare di aver concluso soddisfacentemente un percorso formativo di almeno 3 anni in una scuola riconosciuta dall’Associazione Professionale LDC che preveda almeno 750 ore di formazione di cui almeno 340 ore teoriche e di ricerca in aula (modalità residenziale o FAD), almeno 120 ore di pratica professionale sotto supervisione didattica, almeno 130 ore di pratica individuale, almeno 40 ore di tutoraggio individuale e 30 ore di percorso personale (di counseling o di tipo terapeutico), e almeno 80 ore dedicate a progetti di ricerca e tirocini.

Nell’esercizio professionale di questa categoria è consentito il lavoro di gruppo e con singoli individui. Il Professionista deve inoltre rispettare gli obblighi di formazione permanente previsti dalla legge.

Per l’iscrizione alla Categoria Professionale di Facilitatore in Mindfulness nel Contesto Educativo, il richiedente deve dimostrare di aver concluso soddisfacentemente un percorso formativo da una scuola riconosciuta dall’Associazione Professionale LDC che preveda almeno 250 ore di formazione di cui almeno 120 ore teoriche e di ricerca in aula (modalità residenziale o FAD), almeno 110 ore di pratica professionale individuale e di gruppo, almeno 20 ore di sessioni individuali (tutoraggio, supervisione o percorso di crescita personale verificabile).

Nell’esercizio professionale di questa categoria è consentito il lavoro di gruppo e con singoli individui (adulti, adolescenti e bambini) riguardante esclusivamente all’accompagnamento nel processo di interiorizzazione della mindfulness e relativa applicazione di protocolli, principi, tecniche e pratiche nel contesto educativo, sanitario e sociale.

Il Professionista deve inoltre rispettare gli obblighi di formazione permanente previsti dalla legge.

Per l’iscrizione alla Categoria Professionale di Facilitatore in Mindfulness Transpersonale, il richiedente deve dimostrare di aver concluso soddisfacentemente un percorso formativo da una scuola riconosciuta dall’Associazione Professionale LDC che preveda almeno 250 ore di formazione di cui almeno 120 ore teoriche e di ricerca in aula (modalità residenziale o FAD), almeno 110 ore di pratica professionale individuale e di gruppo, almeno 20 ore di sessioni individuali (tutoraggio, supervisione o percorso di crescita personale verificabile).

Nell’esercizio professionale di questa categoria è consentito il lavoro di gruppo e con singoli individui riguardante esclusivamente all’accompagnamento nel processo di interiorizzazione della mindfulness e relativa applicazione di protocolli, principi, tecniche e pratiche.

Il Professionista deve inoltre rispettare gli obblighi di formazione permanente previsti dalla legge.

Per l’iscrizione alla Categoria Professionale di Facilitatrice Transpersonale in Cerchi di Donne, la richiedente deve dimostrare di aver concluso soddisfacentemente un percorso formativo da una scuola riconosciuta dall’Associazione Professionale LDC che preveda almeno 120 ore di formazione di cui almeno 70 ore teoriche e di ricerca in aula (modalità residenziale o FAD), almeno 40 ore di pratica professionale individuale e di gruppo, almeno 10 ore di sessioni individuali (tutoraggio, supervisione o percorso di crescita personale verificabile).

Nell’esercizio professionale di questa categoria è consentito solo il lavoro di gruppo con donne adulte di tutte le età applicando la metodologia di base per la facilitazione di cerchi di donne.